Con l’occasione degli Stati Generali della Fotografia, organizzati dal Mibact nel 2017, e la successiva istituzione di un Tavolo per la Fotografia della Regione Piemonte, si è costituito un gruppo formato da Enti (Associazioni e Circoli) tutti quanti operanti nel settore della fotografia, in provincia di Torino e della Val d’Aosta.
Archiviare il Presente
Le attività dei diversi soggetti di questo gruppo, dedicate ai soci e a alla popolazione, hanno per scopo la diffusione della cultura fotografica, spaziano dall’organizzazione di mostre fotografiche, corsi dedicati dai livelli base a quelli avanzati (compresi master di specializzazione), maratone e concorsi fotografici, istruzione fotografica nella scuola pubblica, conservazione e valorizzazione della fotografia storica, conferenze e dibattiti, servizi fotografici di documentazione delle manifestazioni sociali cittadine.
Nel condividere le proprie esperienze, l’affiatamento del gruppo è cresciuto e spontaneo è stato il desiderio di realizzare un progetto condiviso tra tutti; questa idea si concretizzerà per la prima volta quest’anno nel periodo marzo-giugno 2019:
Distribuite in numerosi sedi e attraverso differenti tipologie di offerta culturale, da quella espositiva a quella divulgativa e formativa, fra Torino e provincia si alterneranno operatori culturali, intellettuali, artisti, archivisti, soprintendenti, giornalisti, curatori, collezionisti, per dare vita a una kermesse di livello e di forte impatto culturale, avendo per scelta messo a punto un calendario ricco e variegato, in grado di aggregare diverse tipologie di fruitori, dai più addentro alla materia ai neofiti.
I numeri: 12 fra enti e operatori culturali; 10 mostre, delle quali la quasi totalità si svolgerà presso sedi prestigiose; 2 convegni, di cui una due giorni di Working days con personalità del Mibact, direttori di istituzioni, artisti e operatori attivi a livello nazionale; 5 incontri con professionisti del mondo della fotografia e 5 conversazioni con artisti che presentano le loro ultime ricerche; 4 corsi di formazione dedicate a differenti target di studenti; 1 progetto diffuso e condiviso con la popolazione del quartiere Crocetta di Torino.
Archiviare il Presente
 
Scrive Daniela Giordi curatrice del progetto: Nell’universo questo momento non esiste. Nella fisica il concetto di tempo é diventato qualcosa che non c’entra più con la nostra “idea di tempo”, si mescola con lo spazio, è soggetto alle  fluttuazioni quantistiche. Dimenticando il concetto di tempo è più facile capire come funziona il mondo a livello fondamentale, ciononostante nella nostra esperienza l’atto di fermare il tempo/presente in uno scatto con l’ausilio della “luce” può essere una prassi per prendere visione e raccogliere momenti di tempo/presente trascorsi, fermati per la conservazione della memoria.
Presente e passato sono indissolubilmente legati, in assenza di fonti certe, senza nessuna azione atta alla costituzione di una memoria (sia privata che collettiva), o senza una trascrizione o celebrazione messa in atto attraverso qualsivoglia forma, orale, grafica o iconografica, il destino ineludibile del presente/passato è rappresentato dalla caduta nell’oblio, o peggio ancora dalla vittoria dei ricorsi del revisionismo.
Perché sentiamo la necessità in tempo reale di condividere quanto il nostro sguardo coglie? Perché costruiamo un’estensione della nostra persona/personalità/identità attraverso immagini della nostra privacy? Difficilmente ciò è ascrivibile solamente alla rivoluzione tecnologica dei mezzi di ripresa e diffusione digitale.
Quanto le immagini che vediamo esposte in mostra o pubblicate sui giornali sono reale rappresentazione del presente e non un prodotto indotto da mode, gusti, strumenti tecnologici, cultura visiva acquisita di riflesso, digerita e metabolizzata (o non) sia dagli autori sia dai fruitori?
Archiviare il Presente

A questo sito tute le info  https://www.archiviareilpresente.it

Training days

Archiviare il presente

Due giornate dedicate alla fotografia come patrimonio e linguaggio.
Convegno a partecipazione gratuita fino a esaurimento posti, previa prenotazione on-line compilando il form:
https://forms.gle/3M79D7BYjy9DGmz38


Riflessioni intorno alle politiche e alle azioni, fra conservazione, restauro, produzione autoriale e creazione artistica, parlando di archivi pubblici, privati, di famiglia.
La fotografia descrive e ferma il presente, lo trascrive e lo trasmette; in questa accezione entrano in gioco tecnologia, materia dell’immagine, interventi creativi, intellettuali e di post-produzione, mode e destinazione d’uso dell’immagine.

30/31 maggio 2019

SPABA – Società Piemontese di Archeologia e Belle Arti

Via Giovanni Francesco Napione, 2 – 10124 – Torino


30 maggio 2019 – MATTINO | ARCHIVI E FONTI ICONOGRAFICHE
10:30 – Coffee Break – accoglienza partecipanti
11:15/11:30 Daniela Giordi | ABF – Atelier per i Beni Fotografici
Riflessioni sulla fotografia quale atto di registrazione del presente.
11:30/12:00 Maria Francesca Bonetti | Istituto Centrale per la Grafica, Roma
Fotografia tra memoria e rappresentazione: status e definizione di un “bene culturale” in Italia.
12:00/12:30 Diego Robotti | Soprintendenza Archivistica del Piemonte e Valle d’Aosta
Opera d’artista/documento storico: la fotografia come bene culturale.
12:30/13:00 Dimitri Brunetti | Regione Piemonte, Direzione promozione della cultura
La fotografia: un bene culturale da valorizzare.
Pausa pranzo
POMERIGGIO | RESTAURARE, CONSERVARE E VALORIZZARE
14:30/15:00 Daniela Giordi | ABF – Atelier per i Beni Fotografici
Aspetti metodologici e deontologici del restauro della Fotografia.
15:00/15:30 Laura Gasparini | Accademia di Belle Arti di Bologna – Curatrice
Uno sguardo tra moderno e contemporaneo. Ricerche e approfondimenti del patrimonio fotografico contemporaneo della Fototeca della Biblioteca Panizzi.
Coffee Break
16:00/16:30 Ilaria Bibollet, Maria Stella Circosta | Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura – Archivio Storico della Compagnia di San Paolo
Immagini d’arte: dal mecenatismo alla digitalizzazione nelle edizioni artistiche del San Paolo.
31 maggio 2019 – MATTINO | SALVAGUARDIA E PROMOZIONE
10:30 – Coffee Break – inizio lavori
11:15/11:30 Daniela Giordi | ABF – Atelier per i Beni Fotografici
Saluti / introduzione / presentazione.
11:30/12:00 Aurora Scotti, Pierluigi Pernigotti | Associazione Pellizza da Volpedo
L’esperienza dei Musei di Volpedo: la collezione iconografica del pittore Giuseppe Pellizza.
12:00/12:30 Claudio Pastrone | FIAF Federazione Italiana Autori Fotografi
Il PAC – Progetto Archivio Circoli.
12:30/13:00 Giuliano Grasso | Ricercatore e musicista
Officina Phototeca. Un Google immagini degli anni ‘80. Presentazione del DVD
Pausa pranzo
POMERIGGIO | COMUNICARE LA FOTOGRAFIA
14:30/15:00 Edmondo Bertaina, Fulvio Bortolozzo | Gazzetta Torino / Docente Fotografo
Quando la fotografia si sfogliava.
15:00/15:30 Edoardo Hahn | Fotografo
Il libro fotografico.
Coffee Break
16:00/16:30 Marta Zoe Cagliero | Filmmaker indipendente – Fondo F. Ettore Bussi
“Mi ricordo di Ettore Bussi”. Intervento e proiezione del trailer del documentario.