Si sa com’è con gli open space. Gli impiegati si parlano, si lasciano distrarre… Guardano le donne o gli uomini che passano e potrebbero perfino essere tentati a molestare qualcuno – e nell’orario di lavoro! Comunque sia, perdono tempo che potrebbe essere meglio dedicato al bene aziendale. A volte è necessario montare delle costose pareti divisorie per tenerli focalizzati sul da farsi.
Open Space
C’è però una soluzione a tutto ciò. La Future Life Factory, un centro di design della giapponese Panasonic, ha creato gli “human blinkers”, paraocchi per le persone, progettati per limitare i sensi sia della vista sia dell’udito dei dipendenti di modo che possano concentrarsi più efficacemente sul proprio lavoro – precisamente alla maniera in cui i paraocchi per i cavalli da traino proteggono gli animali dalle pericolose distrazioni.
L’apparecchio, attualmente allo stadio di prototipo, si chiama “Wear Space” ed è stato sviluppato con la collaborazione del designer di moda giapponese Kunihiko Morinaga. Nel tagliare il campo visivo di chi lo porta di circa il 60%, dovrebbe incoraggiare a focalizzarsi maggioramente sui compiti che si hanno davanti.
Con la crescita degli open office e del nomadismo digitale”, secondo la Panasonic, “chi lavora trova sempre più importante ritagliarsi uno spazio personale dove possa concentrarsi. Wear Space crea istantaneamente questo tipo di spazio – usarlo è semplice come mettersi addosso un articolo di vestiario”.
Il campo visivo dell’utente può essere aggiustato semplicemente allargando o restringendo le due ali laterali per raggiungere il livello di concentrazione desiderato. Al suo interno Wear Space contiene una cuffia che cancella i rumori molesti a tre diversi livelli d’intensità a secondo dell’ambiente circostante. Si collega all’esterno con WiFi o Bluetooth.
Courtesy: James Hansen