Ho atteso l’offerta dei 3 euro al The Space  e il dado è stato tratto. Che dire il protagonista non l’avevo mai visto, anche se dando un’occhiata  alla sua biografia ha un bagaglio professionale di tutto rispetto, poi la fisicità certamente ha giocato decisamente a suo favore, Henry Cavill così si chiama il personaggio che interpreta la prima saga di Superman.
Kal- El (Superman) è nativo di Krypton, i suoi genitori dopo anni di manipolazione genetiche sul pianeta, decidono di concepire e far partorire naturalmente il loro amato figlio ma per salvarlo dalla catastrofe imminente dell’ambiente in cui vivono, dovuto ad un nucleo instabile, lo spediscono sulla terra dove tutto ha inizio. L’alterego di Kal- El sulla terra sarà Clark Kent.
Si scopre però che dopo diversi anni qualcuno è riuscito a scampare alla distruzione del pianeta Krypton, il generale Zod, capo della milizia militare. Per un colpo di stato andato a vuoto, viene arrestato e isolato con la sua compagnia nella zona fantasma ma ben presto esploderà e sarà la sua salvezza, anche se momentanea. Lo rivedremo sulla terra nella battaglia tra titani per riprendersi il codice e ricreare Krypton a scapito dell’umanità terrestre.
Gli attori che girano intorno alla pellicola non sono da poco, Kevin Costner nel ruolo Jonathan Kent e padre putativo di Superman e Russel Crowe nel ruolo di Jor-El, padre naturale dello stesso.
Si rimane incollati allo schermo sin dall’inizio, non c’è che dire, effetti scenici strabilianti studiati a tavolino. Complimenti alla regia di Zack Snyder e alla sua squadra.