Dopo parecchi anni sonnacchiosi l’Accademia delle Belle Arti di Torino ritrova iniziativa, collaborazioni e soprattutto risorse per riaffermare il proprio ruolo nel panorama italiano ed internazionale. Lo fa immaginando un Festival, coinvolgendo la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, e chiamando a raccolta sessantacinque accademie. A dirigere le operazioni il Presidente Vittorio Alfieri, ex assessore alla cultura della città e promotore in passato di moltissime iniziative, con lui il Direttore Salvo Bitonti, titolare della cattedra di regia e noto regista teatrale.
 
L’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, in partnership con la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, centro per l’arte contemporanea di Torino, dal 1 al 26 luglio 2015, presenta la prima edizione del Festival Internazionale delle Scuole d’Arte e di Design – FISAD 2015, che offre un panorama unico sullo stato dell’arte giovane e quindi probabilmente sul suo futuro.
Il tema del festival, a cui parteciperanno sessantacinque Accademie e Scuole d’Arte e di Design da tutto il mondo – Brasile, Cina, Cipro, Egitto, Finlandia, Francia, Germania, Giordania, Grecia, India, Italia, Lituania, Perù, Polonia, Romania, Russia, Spagna e Turchia -, è “Il senso del corpo”. Nell’anno dell’Expo e di Torino Capitale Europea dello Sport, i giovani artisti delle Accademia e delle Scuole d’Arte affronteranno questo tema tramite tutte le possibili forme di espressione, nella loro ricerca e nella loro produzione artistica.
scalone
 
Un argomento che può essere visto e interpretato da molteplici punti di vista: il corpo e la natura, il corpo e la mente, il corpo e le emozioni, il corpo e il movimento, il corpo e la musica, il corpo e il cibo, il corpo e i rapporti sociali, il corpo e la politica. Ospiti d’onore di questa prima edizione sono le Accademie di Belle Arti italiane e le Accademie storiche non statali.
Ogni scuola porterà con sé una rappresentanza di docenti e di studenti nonché opere di arte figurativa (pittura, scultura, decorazione, scenografia, grafica), di arte cinematografica, spettacoli teatrali, videoarte, arti performative. Il Festival sarà all’insegna dell’innovazione, perché è un esperimento che vuole mettere insieme le emergenze internazionali della giovane creatività contemporanea; della formazione, perché vede le scuole protagoniste; dell’internazionalità, perché raduna oltre sessanta accademie e facoltà di belle arti da tutto il mondo. Dal 1 al 6 luglio 2015, durante la settimana inaugurale, in varie sedi cittadine, si susseguiranno inaugurazioni di mostre, spettacoli, performance, workshop, convegni e incontri. Le mostre allestite saranno visitabili fino al 26 luglio (giorno di chiusura del Festival).
IMG_0325
 
Per assistere agli eventi è necessario accreditarsi sul sito albertinafisad2015.eu L’1 luglio, alle 17.30, al Teatro Carignano di Torino, si terrà l’inaugurazione del FISAD alla presenza di Stefania Giannini, Ministro all’Istruzione, Università e Ricerca. Il Festival aprirà ufficialmente al pubblico l’1 luglio, alle 22, all’Accademia Albertina con l’inaugurazione della mostra Il Senso del Corpo/The sense of the body, performance musicali, di danza e giocolerie a cura degli studenti dell’Accademia.
La mostra Il senso del corpo/The sense of the body  sarà visitabile durante il periodo del Festival nelle seguenti sedi: Accademia Albertina, Pinacoteca Albertina, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Museo Ettore Fico, Auditorium RAI “Arturo Toscanini” (foyer), al MUSLI (Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia).
Il 5 luglio, nel temporary space della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (Asja Ambiente, Rivoli), l’Accademia Albertina e la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo consegneranno l’Albertina International Award a Carol Rama (Torino, 1918) che con il suo lavoro ha particolarmente contribuito alla ricerca e alla sperimentazione intorno al corpo.
 
Una giuria composta da Nazan Ermen, Direttore del Graphic Art Department di Istanbul, Davide Ferrario, regista, i galleristi Massimo Minini e Alberto Peola, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, Presidente Fondazione Sandretto Re Rebaudengo assegnerà alle cinque migliori opere tra le oltre 300 prodotte dalle Accademie ed esposte nelle varie sedi cittadine durante il FISAD i premi messi a disposizione dalla Consulta Regionale Giovanile. Il Festival è realizzato grazie al sostengo del MIUR – AFAM, Compagnia di San Paolo, e al contribuito di Torino Capitale dello Sport 2015, Fondazione CRT, Reale Mutua, Consiglio Regionale del Piemonte – Consulta Regionale dei Giovani. Con il patrocinio della Città di Torino. Media Partner: Arte (Cairo Editore)
Info: www.albertinafisad2015.eu