foto

Lodovico Passerin d’Entrèves

Nel momento in cui parte la musica e luci in sala si affievoliscono. Alla legnosità dei clarinetti, alle resine dei violini, alle vibrazioni di timpani dentro al fulcro emotivo di una linea musicale le luci interiori si accendono.
E la magia si compie ogni qualvolta l’orchestra che si ha di fronte sa rapire e illuminare. Tutto ciò succede quando un teatro sa costruire un cartellone di grande intensità, e pare che i concerti prossimi venturi del Lingotto posseggano tute queste rare caratteristiche.
Presentato all’Hotel NH Lingotto Congress, il Direttore Artistico Francesca Gentile Camerana e il Presidente Lodovico Passerin d’Entrèves hanno raccontato  cosa ascolteremo. La nuova stagione dei Concerti del Lingotto si articolerà in nove appuntamenti presso l’Auditorium «Giovanni Agnelli» di Torino.
Il segno di Wagner per inaugurare, il 25 ottobre, con la Royal Concertgebouw Orchestra diretta da Daniele Gatti per l’unica tappa italiana del progetto «RCO meets Europe», e il concerto di chiusura il 26 maggio 2017 con l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e Michael Tilson Thomas interpreti della Quinta di Mahler. Nove grandi formazioni, sette direttori di calibro internazionale e numerosi solisti d’eccezione per una nuova stagione di concerti che spazia da Bach al Novecento storico.

Mahler Chamber Orchestra

Tra i tratti distintivi della stagione d’obbligo segnalare una nuova integrale della Mahler Chamber Orchestra che, dopo le esperienze beethoveniane degli ultimi anni, in un’unica serata presenta i due Concerti per pianoforte di Chopin interpretati da Daniil Trifonov, per la prima volta ospite di Lingotto Musica, nonché l’esecuzione della monumentale Messa in si minore di Bach con l’Akademie für Alte Musik Berlin e il Windsbacher Knabenchor diretti da Martin Lehmann e il concerto della Kremerata Baltica che, insieme al suo fondatore e mentore Gidon Kremer, porta in tournée un originale programma pensato per festeggiare i settant’anni del grande violinista lettone.
Tornano al Lingotto Philippe Herreweghe sul podio dell’Orchestre des Champs-Élysées per una serata dedicata al classicismo viennese e la Camerata Salzburg guidata dal primo violino Gregory Ahss.
Esordirà il direttore canadese Yannick Nézet-Séguin con la Rotterdam Philharmonic Orchestra. Sette gli appuntamenti con eccellenti solisti e cantanti del panorama internazionale: oltre ai già citati Daniil Trifonov e Gidon Kremer, saranno ospiti il fortista Bertrand Chamayou, la violinista Ye-Eun Choi, il clarinettista Mate Bekavac, il baritono Matthias Goerne, il mezzosoprano Michelle Breedt, senza dimenticare il cast vocale della Messa bachiana costituito da Núria RialRebecca MartinMarkus Schäfer Thomas Laske.

Royal Concertgebouw Orchestra

La campagna abbonamenti prende il via il 6 giugno per i rinnovi e il 4 luglio per le nuove adesioni, e si protrae fino al 5 ottobre; i prezzi degli abbonamenti sono compresi tra i 190 e i 425 euro, mentre i biglietti per i singoli concerti variano da 20 a 54 euro. Prezzi speciali invece per i giovani al di sotto dei trent’anni, con abbonamenti a 83 euro e biglietti dei singoli concerti a 13 euro. A partire da questa stagione è inoltre stato introdotto il servizio di vendita on line per i nuovi abbonamenti e i biglietti dei singoli concerti.
La stagione vede inoltre Lingotto Musica impegnata sul fronte della formazione del pubblico, e in particolare dei giovani, con 3 conferenze introduttive ai concerti tenute da Giorgio Pestelli e Paolo Gallarati, nonché un ciclo di 3 incontri dedicati a figure chiave della storia della direzione d’orchestra a cura di Antonio Rostagno.
Parallelamente a I Concerti del Lingotto prosegue Lingotto Giovani, la rassegna cameristica composta da sei concerti dedicati ai migliori talenti emersi negli ultimi anni nei concorsi internazionali più prestigiosi, impreziosita quest’anno dalla partecipazione dei pianisti Dmitrij Masleev e Song-Jin Cho, rispettivamente vincitori nel 2015 dei leggendari concorsi «Čajkovskij» di Mosca e «Chopin» di Varsavia. E ancora il Trio Gaspard (Primo Premio nel 2012 all’«Haydn» di Vienna), il violoncellista Maximilian Hornung (Premio Europea della Cultura 2015), il flautista Sébastian Jacot (ARD-Wettbewerb di Monaco 2015) e il Quartetto Lyskamm (Borletti Buitoni Trust Special Chamber Music Prize 2016).
Grazie al rinnovato accordo con l’Università di Torino tutti i concerti della rassegna saranno preceduti da una guida all’ascolto a cura dei migliori studenti del corso di laurea in DAMS. I prezzi variano dai 5 ai 10 euro, ma l’ingresso è come sempre gratuito per gli abbonati dei Concerti del Lingotto, le scuole e i possessori di Pass60. Anche per Lingotto Giovani è attivo da quest’anno il servizio di vendita on line. 
Lingotto Musica è stato selezionato dalla Compagnia di San Paolo quale realtà d’eccellenza nel panorama dello spettacolo dal vivo