images
Proseguono i concerti della Stagione Regie Sinfonie: sabato 11 Gennaio 2014 presso il salone d’Onore di Palazzo Barolo,  sarà protagonista la violinista francese Amandine Beyer con il suo ensemble Gli Incogniti. Già ospiti nel marzo 2012, l’ensemble proporrà un excursus sul repertorio Viennese del sei/settecento eseguendo pagine musicali di Biber, Muffat, Kapsbeger, Pandolfi Mealli.
L’ensemble ha all’attivo un’intensa attività concertistica in tutto il continente ed ha ottenuto numerosi riconoscimenti dalla critica internazionale per le importanti produzioni  discografiche tra cui l’ultimo Cd sui concerti grossi di Arcangelo Corelli.
Amandine Beyer è nata nel 1974 e affronta lo studio del violino a soli sette anni sotto la guida di Aurelia Spadaro presso il conservatorio Darius Milhaud. A 15 anni è ammessa al Conservatoire Supérieur di Parigi, ottenendo nel 1994 il primo premio nella classe di violino. Parallelamente si dedica allo studio della musicologia, ottenendo la laurea presso l’Università di Aix-en-Provence. Nel 1995 prosegue i propri studi alla Schola Cantorum Basiliensis, nella classe di violino barocco di Chiara Banchini e, quattro anni più tardi, consegue il Solisten-diplom.
Come solista ha tenuto concerti in tutta Europa, suonando con Mala Punica, Concerto Vocale, la Capella Reial d Catalunya, La Petite Bande… e con il proprio gruppo, L’Assemblée des Honnestes Curieux, con il quale ottiene il primo premio e il premio speciale della giuria nel concorso di Rovereto del 1998.
Ha inciso con il suo Ensemble per Erato, Harmonia Mundi France, Opus 111, Alpha and Ricercar.Nel marzo del 2001 ottiene il primo premio nella Vivaldi-Competition di Torino; ha recentemente inciso i concerti per violino di Vivaldi, che saranno presto editi da Opus 111-Naïve. E’ docente di violino barocco presso la Schola Cantorum Basiliensis.
gli-incogniti
L’ensemble Gli Incogniti, Amandine Beyer al violino barocco, Baldomero Barciela  viola da gamba, Francesco Romano tiorba e chitarra barocca ed Anna Fontana al clavicembalo, fondato dalla Beyer nel 2006, prende il suo nome dall’Accademia degli Incogniti di Venezia e di questo nome hanno incarnato lo spirito: “il gusto per lo sconosciuto su tutte le sue forme, la sperimentazione delle sonorità, la ricerca del repertorio, la riscoperta dei classici…”

Tra gli Incogniti si ritrovano musicisti che si sono incontrati in molteplici progetti musicali nel corso degli ultimi anni e che provano gran piacere nel suonare e lavorare insieme. La loro principale ambizione è trasmettere una visione filologica e coerente delle opere che interpretano con la loro sensibilità e il loro gusto.
Incidono per Zig Zag e la prima uscita dedicata ai concerti per violino di J.S. Bach, ha avuto il riconoscimento “Choc du monde de la musique, 10 dè repertorie, Cd der monat”. Si sono esibiti in prestigiose sale concertistiche quali L’Opera de Monte Carlo, le Théâtre de la Ville (Paris), Festival Via Stellae (Espagne), Tage Alter Musik Regensburg (Allemagne), Festival de Sablé…
La pubblicazione del XII disco dedicato alle Stagioni di Antonio Vivaldi ha ottenuto critiche entusiastiche ed è stata riconosciuta come registrazione di riferimento di quest’opera. Ultimamente sono state incise opere dedicate a compositori meno conosciuti quali Nicola Matteis (2009) e Johann Rosenmüller (2010), contenenti molteplici opere in prima registrazione mondiale.

Info
Associazione I Musici di Santa Pelagia
Via Corte d’Appello 22, Torino
Telefono 011 5211867
Orario: dal martedì al venerdì dalle ore 16.00 alle ore 19.00
Inizio concerto ore 21.00
www.musicidisantapelagia.eu
info@musicidisantapelagia.eu