Palazzo Birago | GazzettaTorino https://www.gazzettatorino.it/wordpress Testata giornalistica dedicata all’informazione locale Wed, 28 Aug 2019 08:20:50 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.2.7 Vendemmia a Torino torna a riempire i palazzi storici e le strade come calici. https://www.gazzettatorino.it/wordpress/vendemmia-a-torino/ https://www.gazzettatorino.it/wordpress/vendemmia-a-torino/#respond Sat, 13 Oct 2018 09:58:10 +0000 http://www.gazzettatorino.it/?p=19428 Torna Vendemmia a Torino, l’evento che porta le eccellenze vitivinicole del Piemonte nei palazzi storici, nelle residenze reali e nei musei della città. E’ iniziata ufficialmente ieri sera in Via Gramsci la seconda edizione di Vendemmia a Torino –  Grapes in Town che torna in città dal 19 al 21 ottobre portando il meglio dell’eccellenza […]

L'articolo Vendemmia a Torino torna a riempire i palazzi storici e le strade come calici. proviene da GazzettaTorino.

]]>
Torna Vendemmia a Torino, l’evento che porta le eccellenze vitivinicole del Piemonte nei palazzi storici, nelle residenze reali e nei musei della città.
Vendemmia a Torino
E’ iniziata ufficialmente ieri sera in Via Gramsci la seconda edizione di Vendemmia a Torino –  Grapes in Town che torna in città dal 19 al 21 ottobre portando il meglio dell’eccellenza vitivinicola piemontese nel cuore storico e culturale di Torino con degustazioni e masterclass di grandi vini curate da Piemonte Land of Perfection e dai Consorzi di tutela soci. La manifestazione è promossa dall’assessorato alla cultura e al turismo della Regione Piemonte e  patrocinato dalla Città di Torino.
Per l’inaugurazione di ieri sera è stata chiusa tutta via Gramsci ornata di tappeti rossi. Degustazioni di vini e buffet ad ogni angolo hanno raccolto la crème torinese che, in un evento per soli accreditati, ha dato il via a una manifestazione che vuole porsi tra le più rinomate di Torino.
Vendemmia a Torino
La mappa degli eventi si snoda tra i Musei Reali, il  Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, Palazzo Birago, Palazzo Carignano, Villa della Regina, CAMERA, il MIAAO, l’Archivio di Stato, il Circolo dei Lettori, passando attraverso le principali vie del centro grazie alla collaborazione con Portici Divini. 
Anche quest’anno, infatti, il programma di Vendemmia a Torino – Grapes in Town incrocia l’evento organizzato dalla Fondazione Contrada Torino Onlus, sostenuto dalla Camera di Commercio di Torino e promosso dalla Città, in cui le eccellenze dell’offerta enologica torinese saranno a disposizione di visitatori e appassionati nei locali lungo i portici del centro.
Per quanto riguarda il percorso storico culturale, da segnalare in particolare le visite alle cucine e alle cantine seicentesche di Palazzo Carignano, ricordando la passione per il vino di Camillo Benso Conte di Cavour, e i percorsi a tema nelle altre sedi, dai Musei Reali a Villa della Regina. Tra gli altri eventi in programma “In vino musica”, performance per pianoforte e voce al Circolo dei Lettori con degustazione dei vini della Cantina Damilano, la presentazione della nuova guida di Slow Wine , il workshop sulla comunicazione del vino a cura di Eat Piemonte. Uno riguarderà l’approfondimento su Enoturismo e comunicazione digital, mentre il secondo sarà una scoperta di due “gioielli” del Canavese.
Saranno presenti oltre 200 produttori, il meglio della produzione piemontese ed ospiti nazionali ed internazionali.
E da quest’anno anche appuntamenti premium denominati “Exclusive” per attirare un target alto spendente. Infatti sono stati coinvolti alcuni rinomati ristoranti e chef di alto profilo, che proporranno menù speciali abbinati ovviamente ai vini del territorio.
Vendemmia a Torino
Ad arricchire l’offerta “Exclusive” anche un programma di visite guidate nel centro di Torino personalizzate e una wine-lounge presso il Golden Palace.
Per facilitare lo spostamento tra le varie location, verrà messo a disposizione dei visitatori il Degustibus, navetta gratuita che collegherà Piazza Castello a Villa della Regina per tutta la durata della manifestazione.
Un altro appuntamento importante sarà  dedicato ai vigneti urbani italiani. Si tratta di un’occasione inedita per condividere esperienze e fare il punto sullo sviluppo di queste importanti realtà e sul loro impatto sul piano culturale e turistico. Saranno presenti i vigneti di Torino, Venezia, Napoli, Siena e Brescia. Ospite internazionale sarà Clos Montmartre, la celebre vigna urbana di Parigi, rappresentata da Éric Sureau, Presidente del Comité des Fetes et d’Actions Sociales, associazione che gestisce il sito.
Una tre giorni piena di eventi, compresi quelli OFF, come La Notte della Vendemmia di Eataly Lingotto in programma sabato 20 ottobre. Sempre con la collaborazione di Eataly, torna il mitico Toret da cui sgorga vino anziché acqua con l’iniziativa “Toret in tour”: quest’anno il Toret sarà itinerante in tutta la città, attraversando alcune vie e piazze del centro sabato 20 e domenica 21 per offrire bicchieri di vino Fontanafredda ai visitatori.
Ad arricchire l’offerta anche le degustazioni del Gambero Rosso e di Slowfood alla Piazza dei Mestieri e le degustazioni nella piazza del lusso di Torino Outlet Village.
Questa manifestazione sarà di sicuro richiamo per la città ma ci domandiamo se sarà poi effettivamente di richiamo per tutti i cittadini o sarà invece rivolta a un pubblico più elitario? Sarà forse più un richiamo per turisti, magari intenditori di vini, un’eco alla Fiera del Tartufo che in questi giorni si sta svolgendo ad Alba oppure avrà anche una connotazione, diciamo così, più pop?
Lo vedremo sicuramente in questi giorni.
Elena Belliardi
Il programma completo sul sito di Vendemmia Torino.
http://www.vendemmiatorino.it

November 21 neues mittel gegen erektionsstörungen, so the penis becomes firm.

L'articolo Vendemmia a Torino torna a riempire i palazzi storici e le strade come calici. proviene da GazzettaTorino.

]]>
https://www.gazzettatorino.it/wordpress/vendemmia-a-torino/feed/ 0
Arte alle Corti: la magia della fusione tra arte e città https://www.gazzettatorino.it/wordpress/arte-alle-corti-la-magia-della-fusione-tra-arte-e-citta/ https://www.gazzettatorino.it/wordpress/arte-alle-corti-la-magia-della-fusione-tra-arte-e-citta/#respond Wed, 27 May 2015 10:56:32 +0000 http://www.gazzettatorino.it/?p=10780 Un percorso di scoperta attraverso luoghi atemporali, un viaggio per installazioni, sculture, visioni. Inaugura mercoledì 27 maggio, alle ore 17,30, il grande percorso di Arte alle Corti, 27 ARTISTI 34 OPERE IN 8 CORTI DEI PALAZZI STORICI DELLA CITTA’. Una  mostra-percorso che si sviluppa all’aperto nelle corti e nei giardini di sette grandi palazzi della […]

L'articolo Arte alle Corti: la magia della fusione tra arte e città proviene da GazzettaTorino.

]]>
Un percorso di scoperta attraverso luoghi atemporali, un viaggio per installazioni, sculture, visioni.

img_0710

Inaugura mercoledì 27 maggio, alle ore 17,30, il grande percorso di Arte alle Corti, 27 ARTISTI 34 OPERE IN 8 CORTI DEI PALAZZI STORICI DELLA CITTA’.
Una  mostra-percorso che si sviluppa all’aperto nelle corti e nei giardini di sette grandi palazzi della città. Si potranno ammirare grandi installazioni site-specific e sculture che dialogano con la bellezza dell’architettura barocca torinese con sorprendenti effetti di valorizzazione reciproca.
Le opere dialogano con il visitatore, rendono visibile ciò che non sempre lo è: nascondono la profondità in superficie. Intrattengono e rilasciano il viaggiatore, permettendogli di diventare parte di un Movimento, più sconfinato di quanto possa immaginare.
L’obiettivo è quello di far scoprire anche al grande pubblico aspetti meno conosciuti del centro storico della città, facendo dialogare la bellezza dell’architettura barocca torinese e l’arte attuale.
Sono stati chiamati all’appello maestri riconosciuti, esponenti di punta della scena artistica italiana già affermati anche livello internazionale e giovani emergenti di particolare interesse.foto

Arte alle corti è a Palazzo Civico, nel cortile interno, con due sculture di Mimmo Paladino; nell’area degli scavi archeologici – Manica nuova di Palazzo Reale – con le figure femminili di Luigi Mainolfi; a Palazzo Chiablese, con gli animali fantastici di Luigi Mainolfi, due surreali personaggi di Domenico Borrelli, una scultura di Luigi Stoisa e un’installazione di Nicola Ponzio; a Palazzo Carignano con una sola installazione di Elisabetta Benassi, nel mezzo del grande cortile interno; a Palazzo Cisterna, con una grande installazione di Hidetoshi Nagasawa e una di Marco Gastini, nel bellissimo giardino con un gruppo di sculture di vari artisti e nello spazio interno oltre il giardino con un’installazione di Enrico Iuliano; a Palazzo Birago di Borgaro con la grande installazione di Vedovamazzei (Simeone Crispino e Stella Scala) e un secondo lavoro della coppia svizzera Glaser/Kunz (Daniel Glaser e Magdalena Kunz); a Palazzo Costa Carrù della Trinità con un’installazione di Alessandro Sciaraffa, una coppia di grandi sculture in marmo di Fabio Viale, una scultura, sempre in pietra, di Nunzio e, all’interno dell’atrio porticato, con una sorta di bizzarra cabina d’ascensore di Michele Guaschino; a Palazzo dell’ex Regio Albergo di Virtù di piazza Carlina, con una fantasiosa serie di “sculture-veicoli” di Umberto Cavenago.

Per ulteriori informazioni clicca qui
arte-alle-corti

Additionally, Viagra has been used “off-label” for other medical conditions http://fr-phrm.com/zithromax-generique-azithromycine-medicament-sans-ordonnance/, such as Raynauds disease (a condition that causes fingers and toes to become cold and numb) and prostate cancer.

L'articolo Arte alle Corti: la magia della fusione tra arte e città proviene da GazzettaTorino.

]]>
https://www.gazzettatorino.it/wordpress/arte-alle-corti-la-magia-della-fusione-tra-arte-e-citta/feed/ 0