ENGIM Internazionale Piemonte | GazzettaTorino https://www.gazzettatorino.it/wordpress Testata giornalistica dedicata all’informazione locale Thu, 29 Aug 2019 10:50:47 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.2.7 Nuove Finestre sul Mondo https://www.gazzettatorino.it/wordpress/migranti/ https://www.gazzettatorino.it/wordpress/migranti/#respond Thu, 03 Mar 2016 10:42:09 +0000 http://www.gazzettatorino.it/?p=13923 Migranti, richiedenti asilo, rifugiati: parole molto in uso in questi mesi e spesso confuse, che creano equivoci e spesso timori. Con l’obiettivo di sensibilizzare giovani e studenti sui temi delle migrazioni, del viaggio e della cooperazione internazionale allo sviluppo, attraverso il progetto Nuove finestre sul mondo: cooperazione allo sviluppo e migrazioni sono stati realizzati percorsi […]

L'articolo Nuove Finestre sul Mondo proviene da GazzettaTorino.

]]>
Profughi-Siriani-verso-lIrak-420x252Migranti, richiedenti asilo, rifugiati: parole molto in uso in questi mesi e spesso confuse, che creano equivoci e spesso timori.
Con l’obiettivo di sensibilizzare giovani e studenti sui temi delle migrazioni, del viaggio e della cooperazione internazionale allo sviluppo, attraverso il progetto Nuove finestre sul mondo: cooperazione allo sviluppo e migrazioni sono stati realizzati percorsi didattici volti a una corretta informazione e al superamento di pregiudizi e discriminazioni.
Il progetto, avviato nel 2015 da Engim Ong e finanziato dal Ministero Affari Esteri, ha permesso a operatori delle ong e associazioni partner, accompagnati da rifugiati presenti sui vari territori, di realizzare in circa 200 scuole italiane in 18 regioni diverse, percorsi di riflessione e approfondimento sulla natura e le cause dei flussi migratori, per favorire il dialogo interculturale e la convivenza solidale tra cittadini del mondo.
La sede torinese di Engim Ong ha avviato le attività con moltissime scuole del territorio piemontese, della Liguria e Valle D’Aosta.
I percorsi sono stati realizzati dall’operatrice Mariangela Ciriello e il suo compagno di viaggio Hussain Nazari, giovane rifugiato afghano e hazara, arrivato da solo in Italia nel 2006, a soli quindici anni.
Le attività di approfondimento sono state supportate dal racconto di Hussain, che ha coinvolto i giovani studenti nel suo viaggio, percorrendo le pericolosissime rotte che uniscono in viaggio tanti rifugiati, passando per Pakistan, lran, Turchia, Grecia e il Mediterraneo. Citando il suo libro “Mi brucia il cuore”, edito da Seb27, Hussain parla dell’Afghanistan e delle violenze vissute dalla popolazione durante il regime fondamentalista; regime che, negli ultimi vent’anni, ha portato il paese degli aquiloni e della modernità promessa degli anni settanta ad essere quello che è oggi: città devastate e militarizzate, famiglie distrutte, giovani e adulti in fuga.
La reazione dei giovani coinvolti nel laboratorio è stato il più grande risultato raggiunto dal progetto: hanno sviluppato un’empatia forte con Hussain, hanno provato a immaginare le difficoltà di quel viaggio, comprendendo quanto siano complicati gli avvenimenti in corso in quei luoghi lontani. Come ha scritto Giorgia, 14 anni, della 3G – Scuola media SMS Sangone Nichelino (TO): “Caro Hussain, scrivo per dirti che l’incontro che abbiamo tenuto assieme è stato davvero toccante e costruttivo. Innanzitutto io ammetto che ero una di quelle che non si fidava tanto degli stranieri o immigrati, ma quando ho sentito la tua storia, ho conosciuto i pericoli, le difficoltà che hai dovuto affrontare, i motivi per cui l’hai fatto e tutto quello che hai dovuto lasciare. Ho capito realmente che tutti i pregiudizi, gli stereotipi e gli insulti razzisti non sono assolutamente veri. Ti ringrazio per aver condiviso la tua esperienza che ti ha cambiato molto con noi, spero vivamente che tu un giorno possa riabbracciare la tua famiglia e vivere nel paese in cui vi trovate meglio. Un grande abbraccio, Giorgia. ”
Al termine delle attività didattiche verrà realizzato un cortometraggio con la collaborazione del regista Max Nardari, partendo dalle sceneggiature scritte dalle classi in tutta Italia.Cattura
Il progetto Nuove Finestre sul Mondo è stato accolto con entusiasmo in tutte le scuole e continuano ad arrivare richieste per realizzare l’attività, segno che esiste un bisogno enorme da parte di insegnanti e giovani di approfondire tematiche così complesse e di farlo, soprattutto, con associazioni e persone che possano scardinare profondamente gli stereotipi generati da scarsa informazione e luoghi comuni. Come ricorda lo stesso Hussain alla fine di ogni incontro, per fare questo, bisogna avere e creare cultura, studiare e approfittare dell’opportunità di essere a scuola per scoprire, capire e agire come cittadini del mondo.
Un bambino un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo” (Malala, Premio Nobel per la Pace)
Per approfondire, è possibile trovare tutto il materiale del progetto sul sito www.finestresulmondo.net.
Sul sito di Engim Internazionale Piemonte, tutte le foto e gli elaborati delle attività realizzate in Piemonte, Valle D’Aosta e Liguria.

Kaufen Sie Cialis unter howgeterection. Ein schneller Effekt mit Tadalafil ist garantiert!

L'articolo Nuove Finestre sul Mondo proviene da GazzettaTorino.

]]>
https://www.gazzettatorino.it/wordpress/migranti/feed/ 0
2015: 10 anni di esperienza dell’ENGIM Piemonte Internazionale a favore dello Sviluppo https://www.gazzettatorino.it/wordpress/2015-10-anni-di-esperienza-dellengim-piemonte-internazionale-a-favore-dello-sviluppo/ https://www.gazzettatorino.it/wordpress/2015-10-anni-di-esperienza-dellengim-piemonte-internazionale-a-favore-dello-sviluppo/#respond Fri, 20 Feb 2015 14:49:04 +0000 http://www.gazzettatorino.it/?p=9196 E’ importante sostenere la cooperazione internazionale e gli aiuti allo sviluppo? Oltre l’80% dei cittadini europei dice di sì e il 60% pensa che gli aiuti andrebbero addirittura incrementati. I due terzi ritengono che la lotta alla povertà nei paesi in via di sviluppo debba essere una delle priorità principali dell’Unione europea. Allo stesso tempo, […]

L'articolo 2015: 10 anni di esperienza dell’ENGIM Piemonte Internazionale a favore dello Sviluppo proviene da GazzettaTorino.

]]>
E’ importante sostenere la cooperazione internazionale e gli aiuti allo sviluppo?

16191805428_8b08d06ca6_mOltre l’80% dei cittadini europei dice di sì e il 60% pensa che gli aiuti andrebbero addirittura incrementati. I due terzi ritengono che la lotta alla povertà nei paesi in via di sviluppo debba essere una delle priorità principali dell’Unione europea. Allo stesso tempo, il 50% dichiara di non sapere nulla sulla destinazione degli aiuti dell’Unione europea.
Questi i dati emersi da una ricerca pubblicata dall’Eurobarometro nel 2013. L’Unione Europea ha dunque deciso di dedicare un anno intero alla comunicazione sull’azione esterna dell’UE e sul suo ruolo nel mondo e il 2015 è stato dichiarato Anno Europeo per lo Sviluppo. Il 2015 è inoltre la data limite stabilita nel 2000 per il raggiungimento degli Obiettivi del Millennio.
Obiettivo dell’Anno Europeo per lo sviluppo, spiegare ai cittadini europei come funzionano gli aiuti dell’UE allo sviluppo e dimostrare che determinano cambiamenti effettivi e duraturi nei Paesi di intervento.
Come si opera di fatto per lo sviluppo? Un esempio importante è l’attività dell’ENGIM Internazionale Piemonte, che da 10 anni opera a Torino sui temi della cooperazione allo sviluppo.
La sede torinese dell’ENGIM Internazionale, già presente a Roma dagli anni ottanta, nasce all’interno dell’ENGIM Piemonte e sviluppa un proprio modo originale di intervenire sui temi dello sviluppo, privilegiando l’aspetto dell’educazione e della formazione professionale dei giovani, favorendo l’accesso al mondo del lavoro.
Con interventi in Mali, Guinea Bissau, Sierra Leone, Kenya, Messico, Brasile, Romania e Albania, l’ENGIM ha sostenuto popolazioni in difficoltà, creando le premesse per uno sviluppo locale sostenibile e durevole.
In Guinea Bissau, per esempio, l’ENGIM Internazionale ha dato vita al primo incubatore di imprese del Paese, che ha il compito di sostenere le iniziative imprenditoriali di giovani donne e uomini e di accompagnarli nelle prime fasi. Per i prossimi tre anni l’ENGIM continuerà a lavorare su questi temi, grazie ad un progetto finanziato proprio dall’Unione Europea, che faciliterà l’avvio di imprese locali e formerà giovani in grado di creare sviluppo in un Paese profondamente instabile.
In Mali, invece, dove da tempo è in corso una crisi umanitaria determinata dagli scontri nel Nord del Paese, l’ENGIM si è cimentato, grazie ad una profonda conoscenza del territorio, anche in interventi di aiuto umanitario, per portare sostegno immediato alle popolazioni più colpite dalla guerra.
Non solo progetti di cooperazione internazionale: lavorare nell’ambito dello sviluppo significa anche promuovere i temi dello sviluppo e della solidarietà in Italia, attraverso percorsi di Educazione alla Cittadinanza Mondiale con le scuole, promozione della mobilità e del volontariato internazionale e del sostegno a distanza.
Alla luce di quanto fatto e con l’ambizione di continuare a fare ancora molto, l’ENGIM Internazionale Piemonte intende cogliere l’occasione di questo suo decennale, che coincide con l’anno europeo per lo Sviluppo, per promuovere in Italia i temi dello sviluppo e rafforzare attraverso la formazione e l’accesso al lavoro lo sviluppo dei territori, nel mondo, più in difficoltà.

Sostieni i progetti ENGIM Internazionale!16353464476_883bdfa2b8_m
c/c intestato a ENGIM PIEMONTE
IBAN: IT 90 R 02008 01104 000040943274

ENGIM Piemonte – Settore Internazionale
Corso Palestro, 14/g – 10122 Torino
Tel. 011-2301297
Mail: ong.piemonte@engim.it
Sito www.internazionale.engim.it – fb ENGIM Piemonte Internazionale
 
L’ENGIM nasce come naturale proseguimento delle numerose attività a favore dei giovani e dei lavoratori avviate a Torino, nella seconda metà del secolo scorso, da San Leonardo Murialdo (1828-1900).

Silvia Pochettino
Comunicazione COP – Consorzio delle Ong Piemontesi
E-mail: comunicazione@ongpiemonte.it
Sito Web: www.ongpiemonte.it

It is important to understand that taking Viagra tablets alone will not cause an erection Viagra Generika Kamagra

L'articolo 2015: 10 anni di esperienza dell’ENGIM Piemonte Internazionale a favore dello Sviluppo proviene da GazzettaTorino.

]]>
https://www.gazzettatorino.it/wordpress/2015-10-anni-di-esperienza-dellengim-piemonte-internazionale-a-favore-dello-sviluppo/feed/ 0