Il Mali oggi: la crisi e la speranza di un futuro migliore. RE.TE Ong piemontese se ne occupa da 20 anni.

Gazzetta Torino è un quotidiano online di informazione sulla città di Torino. notizie torino, concerti a torino, mostre a torino, teatro torino, news torino, sport torino, racconti brevi, torino. Gazzettatorino è il quotidiano on line di Torino: Cronaca e notizie dai principali quartieri della città, e informazioni di sport e cultura.

Il Mali sta attraversando dal 2012, anno in cui è iniziato il conflitto nelle regioni del Nord, una profonda crisi, sia politica che umanitaria. La situazione, già precaria in precedenza, ha provocato sia la distruzione ed il deterioramento di infrastrutture (scuole, centri sanitari, strutture pubbliche) e lo spostamento di persone dalle aree coinvolte dal conflitto verso il sud e verso i paesi limitrofi (Burkina, Niger e Mauritania). Ciò ha portato le comunità di accoglienza a dover ripensare ad una nuova organizzazione della propria vita.

Altro elemento di destabilizzazione del Paese sono gli eventi climatici che in questi anni hanno colpito duramente il Paese, dalle siccità alle inondazioni che hanno contribuito ad aumentare l’indice di malnutrizione e di insicurezza alimentare in tutta l’area, mentre le condizioni generali per l’allevamento si stanno deteriorando proprio a causa di questa irregolarità delle piogge

Nonostante la firma degli accordi di pace a giugno 2015, i conflitti tra gruppi armati continuano e la sicurezza delle persone e delle comunità resta un elemento ad alto tasso di vulnerabilità.

 

RE.TE., Ong piemontese, da circa 20 anni opera in Mali, soprattutto nella Regione di Mopti, realizzando interventi rivolti alle comunità, alle cooperative e organizzazioni di base nell’ambito dell’agricoltura, della sicurezza alimentare e dell’ educazione. Ha contribuito a migliorare, seppur in piccola scala le condizioni socio-economiche della popolazione, contribuendo altresì a rafforzare percorsi democratici di partecipazione e stabilità. 

IMG_1834

Oggi, grazie al finanziamento del ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, RE.TE. continua a essere presente nell’area con azioni di emergenza, mirate al sostegno in generi alimentari e supporto sanitario alle popolazioni autoctone e ai rifugiati interni che sono arrivati negli ultimi due anni e che cercano, con fatica, di ricostruirsi una vita lontano da violenze e conflitti e di vivere in pace.

 

IMG_1700

RE.TE. Ong in via Norberto Rosa 13/A a Torino, tel. 011.7707388 e www.reteong.org, per approfondimenti: Consorzio ONG Piemontesi, www.ongpiemonte.it, progetto Comunicare in rete per lo sviluppo www.piemontedevreporter.wordpress.com 

Redazione GT

Autore: Redazione GT

Condividi questo articolo su