Le mele scultura di Hilaro Isola per l’autunno dello Studio Casorati di Pavarolo.

Gazzetta Torino è un quotidiano online di informazione sulla città di Torino. notizie torino, concerti a torino, mostre a torino, teatro torino, news torino, sport torino, racconti brevi, torino. Gazzettatorino è il quotidiano on line di Torino: Cronaca e notizie dai principali quartieri della città, e informazioni di sport e cultura.

La frutta è uno dei soggetti che è stato più rappresentato nelle nature morte di Felice Casorati e, nella nuova mostra allo Studio-Museo Casorati di Pavarolo, in quello che fu proprio l’atelier del grande maestro del ‘900, l’artista torinese Hilario Isola si pone in “dialogo” con Casorati, mettendo al centro del suo “Studio per natura morente” le mele.

 

Hilario Isola

 

Il frutto autunnale per eccellenza, proveniente da produttori locali, diventa opera d’arte nel suo processo di decadimento fisico, dovuto a parassiti, come nella scultura della mela svuotata, o nella sua naturale trasformazione a causa delle muffe, come nel manifesto della mostra che si ispira alla celebre “mela spaccata” di Casorati del 1929, della Collezione Gam di Torino.

L’installazione più particolare in esposizione è certamente “Auspicio”, realizzata insieme al musicista e compositore Enrico Ascoli, nella quale del mosto fermenta in tre damigiane esalando gas che, incanalato in piccoli flauti, genera un inedito paesaggio sonoro, ricordando il canto degli uccelli nella sua simulazione dei richiami da caccia. L’installazione sonora verrà presentata nella sua forma completa a maggio del 2019 alla Konzerthaus di Vienna e verrà tradotta in un disco vinile d’artista.

Hilario Isola

Isola in questo contesto vuole richiamare l’attenzione del visitatore a una più ampia riflessione sulla decadenza della materia e sugli effetti del cambiamento climatico globale. Curata da Francesco Poli, l’esposizione è la terza dall’apertura dello Studio-Museo a ottobre 2016, dopo le “Opere grafiche” di Felice Casorati e le nature morte di Daphne Maugham, moglie di Felice.

L’inaugurazione sarà sabato 6 ottobre alle 17, durante la quale sarà possibile visitare la casa, su via Maestra a Pavarolo, nella quale spesso soggiornarono e soprattutto dipinsero, tra gli anni Trenta e Sessanta, Felice e Daphne.

La mostra resta aperta sino al 30 novembre, a ingresso libero, tutte le domeniche dalle 15 alle 18. Gruppi di minimo dodici persone o scuole possono visitarla anche in settimana, su appuntamento alla mail turismo@comune.pavarolo.to.it. Lo Studio-Museo Casorati si trova in via del Rubino 9, a Pavarolo.

http://www.pavarolo.casorati.net

Loris Gherra

Redazione GT

Autore: Redazione GT

Condividi questo articolo su