Per le sue dimensioni e il suo correre lungo tutto il fianco sinistro della valle, detta la grande muraglia piemontese, eretto dal secolo XVIII al secolo XIX in Val Chisone, la Fortezza di Fenestrelle è da sempre una meta per le escursioni estive. Quest’anno ospita diversi eventi, dalla Fiera del Libro agli spettacoli teatrali, dall’enogastronomia alle rievocazioni storiche un’ampia offerta di manifestazioni all’interno del Forte di Fenestrelle, dichiarato ufficialmente monumento simbolo della provincia di Torino nel 1999, offre per l’state 2015, organizzata dall’associazione Progetto San Carlo onlus, che nel 2002 ha ottenuto dal Demanio la concessione del complesso.

Oltre alle visite guidate ai forti San Carlo, Tre Denti e Delle Valli il calendario di eventi riuniti nella rassegna “Le Fenestrelle”: la fiera del libro, il teatro itinerante, l’opera lirica e l’operetta, il cabaret, concerti di musica classica, etnica e rock, rievocazioni storiche, mostre fotografiche e di pittura, conferenze, presentazioni di libri ed incontri diretti con gli autori.

Domenica 26 luglio dalle 9,30 alle 19 nella Piazza D’Armi è in programma la seconda edizione di “Samarcanda”, un evento che crea una sorta di ponte tra la fortezza della Val Chisone e la città orientale, crocevia di diverse culture sulla via della seta tra la Cina e l’Europa. “Samarcanda” consente di rivivere l’atmosfera magica dei grandi mercati dell’Ottocento, grazie alla musica, all’artigianato, alle prelibatezze per il palato (come la tradizionale “Calhietta”) e alle danze orientali. Si ballano le musiche tradizionali occitane con i “Quba Libre Duo”, mentre l’associazione L’Artemide propone un ricco repertorio di danze mediorientali, che fanno da  filo conduttore di un viaggio immaginario nelle antiche tradizioni popolari, per evidenziare gli elementi comuni e le reciproche influenze tra le differenti culture. Domenica 26 luglio è anche la prima giornata della Fiera del Libro, che prosegue sino a domenica 30 agosto, proponendo incontri con gli autori e migliaia di titoli in vendita.

Sabato 1 e domenica 2 agosto, ci sarà  “Forte di Fenestrelle agosto 1809”, un evento che offre l’occasione per condividere la vita militare durante l’occupazione napoleonica. Venerdì 14, sabato 15 e domenica 16 agosto e poi ancora nei sabati 19 settembre, 17 ottobre e 14 novembre torna invece “Il racconto delle antiche mura”, una suggestiva visita guidata notturna alla scoperta dei segreti del Forte.

Dopo il saluto del Governatore della piazzaforte, i visitatori “presi in consegna” dal plotone della Gendarmeria Napoleonica, vengono accompagnati, alla luce delle torce, nei palazzi, nei sotterranei e lungo i camminamenti, dove incontrano alcuni personaggi che vissero nel Forte e che raccontano le loro vicende all’interno della piazzaforte. L’Abate Faria, il cardinale Pacca, la Marchesa Turinetti di Priero e la figlia Clementina raccontano la crudezza della loro prigionia nelle freddissime celle. Alle Tenaglie Occidentali l’ingegnere Reale Ignazio Bertola descrive la costruzione della fortezza, mentre nei “risalti” lungo gli spalti della fucileria i soldati di sentinella testimoniano la durezza della vita quotidiana al Forte. Nell’Arsenale, la vita e il lavoro quotidiano dei villaggi di montagna di fine 800 è protagonista nel racconto delle donne. Le antiche leggende della fortezza, animate dal cantastorie, accompagnano il visitatore nelle cucine sotterranee del Palazzo degli Ufficiali. Uscendo dalla galleria dei 4000 scalini, un vecchio soldato piemontese racconta la gloriosa battaglia dell’Assietta del 1747. Con un salto nel tempo, la Piazza D’Armi diventa poi teatro del violento scontro tra le brigate partigiane e le SS per il controllo dell’asse stradale Pinerolo-Monginevro durante la guerra di Liberazione.

 www.fortedifenestrelle.it