Il clown ? Un contemporaneo che fa “collezione di attimi”. Dal 24 parte la rassegna ClownTemporanea

Gazzetta Torino è un quotidiano online di informazione sulla città di Torino. notizie torino, concerti a torino, mostre a torino, teatro torino, news torino, sport torino, racconti brevi, torino. Gazzettatorino è il quotidiano on line di Torino: Cronaca e notizie dai principali quartieri della città, e informazioni di sport e cultura.

Il linguaggio del clown contemporaneo è ormai da anni una realtà riconosciuta, che condivide la scena nei teatri di tutto il mondo, al pari delle altre forme espressive di teatro e di danza; nonostante ciò, tolta la cerchia degli “addetti ai lavori”, è ancora difficile però identificare questa forma comunicativa così universale, eclettica e variopinta, fatta eccezione per il clown “classico” che riconduce facilmente ai ricordi del passato o agli stereotipi iconografici. Le tecniche insite nella comicità, il teatro fisico, la pantomima musicale con coreografie sincronizzate in musica, sono solo alcune delle peculiarità che aiutano a distinguere, meglio, il clown contemporaneo.

Per avere un’idea più chiara di quale possa essere il mondo del clown odierno c’è ClownTemporanea, la rassegna teatrale di clown contemporaneo presentata da Rebis Production in collaborazione con la direzione artistica del Cubo Teatro. In scena tutte le ultime domeniche del mese, a partire dal 24 gennaio 2016 sino al 24 aprile 2016. Quattro spettacoli selezionati, per quattro compagnie teatrali.

ClownTemporanea è una riflessione sulla vita e sull’essere umano, alleggerita dalla comicità del clown.  Un invito a riflettere su se stessi e sul mondo che ci circonda, attraverso il balsamo della risata, ri-scoprendo il meraviglioso mondo del clown e del clown contemporaneo. Una pausa di riflessione per cogliere l’attimo; perché è sempre nei piccoli attimi di gioia e spensieratezza, che riusciamo a sentirci in pace con noi stessi e con il mondo che ci circonda. Vuole anche essere il consiglio di seguire una massima del premio Nobel Heinrich Böll, che diceva: “Io sono un clown e faccio collezione di attimi.”

 

Primo spettacolo in scena sarà Uber- Marionetten il 24 gennaio alle 21.00; di e con Giuseppe Vetti e Salvatore Caggiari / DuoDorant Clown Company con la regia di Jango Edwards. Seguirà ClownLoveShow il 28 febbraio di e con Antonio Willy Villella. Il 28 febbraio sarà la volta di Rosa di e con Teresa Bruno. Chiuderà la rassegna S.O.S. Storia di un’Odissea psycoSomatica il 24 aprile di Aurélia Dedieu con la regia di Giuseppe Vetti.

www.rebisproduction.com/clowntemporanea/

Edmondo Bertaina

Author: Edmondo Bertaina

Share This Post On