Assemblea Teatro inizia la nuova stagione sull’isola di Malta con Luigi Tenco.

Gazzetta Torino è un quotidiano online di informazione sulla città di Torino. notizie torino, concerti a torino, mostre a torino, teatro torino, news torino, sport torino, racconti brevi, torino. Gazzettatorino è il quotidiano on line di Torino: Cronaca e notizie dai principali quartieri della città, e informazioni di sport e cultura.

Assemblea Teatro da il via alla nuova stagione 2018-2019. Le prime date sono previste all’estero: il 18 ottobre la Compagnia sarà a Malta, dove presenterà ”Io sono uno”, denso omaggio a Luigi Tenco curato nell’ambito della Settimana europea della lingua italiana nel mondo. La rappresentazione alla Valletta, capitale europea della Cultura, nasce dalla collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura e l’Ambasciata italiana di Malta. 

Dal 23 al 25 Ottobre Assemblea Teatro sarà invece in Uruguay, ospite del prestigioso Teatro Solis, per presentare:  “Penarol. Il Piemonte d’Uruguay, storie di Calcio ed Emigrazione”  testo che affronta, attraverso la storia dell’omonima squadra di calcio formata da emigranti piemontesi, la storia del pallone in sud America.

Assemblea Teatro

Il 26 Ottobre prendono il via gli incontri nelle librerie programmati nell’ambito di “Parole contro le Fiamme’’.

Il 28 ottobre è la volta de ”L’Uomo che piantava gli alberi” potente parabola, tratta dal libro dello scrittore italo-francese Jean Giono, sul rapporto tra uomo e natura. Il testo sarà rappresentato al Teatro Agnelli di Torino alle dieci di mattina. 

Lo spettacolo da il via alla rassegna “domenicamattinateatro” pensata per il pubblico dei più piccoli e per le loro famiglie. Molti gli spettacoli rivolti alle scuole tutti  in programma alle ore 10 al Teatro Agnelli.

Il programma di Assemblea Teatro offre grande spazio alla Musica con il coinvolgimento di alcuni dei gruppi più rappresentativi del progressive rock italiano quali The Trip e Le Orme che si divideranno il palco del Teatro Agnelli in data 23 Novembre, alle ore 21, con ”Le ali del sogno” da Caronte a Felona” viaggio nel Progressive Rock italiano, primo appuntamento de “La Musica che gira intorno”.

The Trip e’ uno dei gruppi storico del rock italiano e oggi e’ guidato dall’energico batterista torinese Pino Sinnone -noto come ‘Caronte’, unico componente originario che ha voluto, con la nuova band, ricreare i suoni e l’atmosfera dell’epoca. La band si appresta a tornare in sala registrazione per incidere un nuovo disco. Anche Le Orme sono una formazione storica e, allo stesso modo sono guidati da un batterista: in questo caso e’ Miki de Rossi componente storico del trio- oggi affiancato da Michele Bon alle tastiere e all’organo Hammond e Fabio Trentin alla chitarra, basso e voce. Il gruppo torna a Torino dopo una lunga assenza.

La Compagnia guidata da Renzo Sicco propone inoltre nuove produzioni come:

”The snow Goose” in scena il 29 Novembre al teatro Agnelli. Il suggestivo testo racconta di un uomo che vive solo in un Faro abbandonato finché un giorno, una bambina va a fargli visita portando con sé un animale ferito….La colonna sonora dei Camel, si sposa perfettamente con il testo scritto da Paul Gallico. La regia e’ di Renzo Sicco.

Tra le altre nuove produzioni ospitate Napoleon dei Supershock, in programma il 6 dicembre: al centro in questo caso, le storiche gesta e le contraddizioni del famoso condottiere, con una colonna sonora live degli stessi Supershock ad accompagnare le immagini dell’omonimo, leggendario film  presentato, con grande successo, all’Opera di Parigi nel 1927.

Assemblea Teatro

Sempre incentrato sulla musica e’ ”Watch Without Prejudice” in scena all’Agnelli il 13 dicembre: un omaggio a George Michael proposto da Federico Sacchi, musicista e narratore (music-teller dice lui) che trae ispirazione da artisti che hanno generato movimenti culturali forti, come nel caso di George Michael, scomparso due anni fa.

”Vento leggero’‘ invece  va in scena  il 10 gennaio, nel ventennale della scomparsa di Fabrizio de André ed e’  ispirato liberamente ai vangeli  apocrifi e alla lettura fatta da ‘Faber’ ne “La Buona Novella” e da Erri de Luca con  ‘In nome della Madre”.

Tra le produzioni ospitate e’ in programma  anche  ” Viaggio ad Auschwitz ” curato dalla compagnia Il Melarancio, in scena il 24 gennaio; viene rievocata la storia del lungo cammino di deportazione degli ebrei, una storia  che fa riscoprire all’autore ed interprete Gimmi Basilotta il suo lato oscuro. La piece ha vinto il Premio Eolo Award.

In programma anche ‘’Passi stracciati’’ proposto in collaborazione con Mutamento Zona Castalia: nasce da un testo di Erri de Luca, intenso e coinvolgente, sulla guerra nella ex Jugoslavia e sulla follia, e verrà proposto il 31 gennaio al Teatro Agnelli nello stesso giorno della pubblicazione del testo per i tipi di Voglino editrice.

Paolino’, uno dei pezzi forti di Assemblea Teatro  va in scena il 7 febbraio, sempre al Teatro Agnelli. Uno spettacolo, tratto da un testo di Marina Jarre, ‘denso’ ma anche molto divertente. Un ‘Come eravamo’ con la consapevolezza agrodolce di come siamo oggi.

Segue Il tributo a Dylan con ”How does it feel? Something about Bob Dylan” curato dall’Accademia dei Folli, in scena il 21 febbraio alle 21. E’ La storia di Dylan quando ancora non era Dylan, quando si chiamava Robert Zimmerman e viveva nel Minnesota. Allora non aveva scritto nemmeno una canzone ma, a sentire lui, da qualche parte le sue canzoni c’erano già…doveva solo trovarle… per poi ricevere il Nobel!

Altra spettacolo ospite e’ ”Le Jumeaux” della Compagnia Mulino ad Arte che va in scena il 28 febbraio: e’ la storia di due giovani gemelli  artisti di strada dal cui racconto  nasce uno spettacolo surreale, poetico e comico.

A grande richiesta torna Viva La Vida! incentrato sulla storia della pittrice Frida Kahlo che verrà replicato  il 7 marzo, sempre alle ventuno, al Teatro Agnelli. In scena Annapaola Bardeloni e Luisa Tamietto. I montaggi video sono di Marco Pejrolo,la regia e’ di Giovanni Boni e Renzo Sicco.

In calendario anche ”Tango’‘ curato dalla Corte dei folli, giovane formazione teatrale del Piemonte, in scena il 14 marzo alle 21 sempre al Teatro Agnelli. Un uomo e una donna raccontano la loro storia al pubblico ma non parlano tra di loro. Qual è il nodo che li unisce?

”Evita y Yo” in scena il 21 marzo (t agnelli h 21) e’ proposto da Sonia Belforte, attrice italo argentina, che racconta la vita della carismatica e discussa Evita Duarte, della quale ricorre il centenario della nascita e, parallelamente, quella  della stessa attrice.

Un programma eclettico quindi, che miscela tradizione e ricerca ed e’ in grado di ‘intercettare’ interessi diversi, come succede di solito con Assemblea Teatro, come La Musica che gira intorno.

http://www.assembleateatro.com

 

Redazione GT

Autore: Redazione GT

Condividi questo articolo su