Sabato, domenica e lunedì: un trittico di concerti organizzati dall’Unione Musicale.

Gazzetta Torino è un quotidiano online di informazione sulla città di Torino. notizie torino, concerti a torino, mostre a torino, teatro torino, news torino, sport torino, racconti brevi, torino. Gazzettatorino è il quotidiano on line di Torino: Cronaca e notizie dai principali quartieri della città, e informazioni di sport e cultura.

Sabato, domenica e lunedì, fu un brillante film di Lina Wertmüller degli anni ’90 tratto da una commedia di Eduardo De Filippo. Tre giorni per far crescere equivoci, farli salire come panna e chiudere in bellezza.

Possiamo dire che il programma di questi tre giorni torinesi si dedicano esclusivamente al lieto epilogo, ecco allora che dal 18 al 20 novembre l’Unione Musicale di Torino ha in cartellone  tre concerti di sicuro interesse che passano attraverso il prisma di grandi compositori e scelte esecutive raffinate.

Matteo Sampaolo

Il primo appuntamento è dedicato ai giovani talenti internazionali che si affacciano al mondo del concertismo: si comincia con il duo formato dagli italiani Matteo Sampaolo flauto e Alessandro Soccorsi pianoforte con un programma che inanella una serie di capolavori del Primo Novecento.

sabato 18 novembre 2017 – Teatro Vittoria – via Gramsci, 4  – ore 19.30 aperitivo – ore 20 concerto

 

Musiche di Milhaud, Jolivet, Barber, Reinecke

Guida all’ascolto a cura di Liana Püschel alle ore 18.30 guida all’ascolto

Il secondo concerto propone un eclettico trio formato dal violinista Gilles Apap (per la prima volta ospite dell’Unione Musicale), insieme a due artisti che per il pubblico dell’Unione Musicale non hanno bisogno di presentazioni: Alessandro Carbonare clarinetto e Roberto Prosseda pianoforte. Un trio di musicisti d’eccezione per una proposta accattivante e coinvolgente, che si muove tra il Novecento classico, il jazz e la musica tradizionale, con alcune rarità del repertorio per questo organico.

Apap, Carbonare, Prosseda

 

domenica 19 novembre 2017 – ore 16.30 – Conservatorio Giuseppe Verdi, piazza Bodoni

Musiche di Menotti, Gershwin-Bennett, Poulenc, Ravel, Kuttenberger

Per concludere il concerto Florilegio barocco vede protagonisti due musicisti italiani d’eccezione: il mezzosoprano Giuseppina Bridelli –apprezzata nei maggiori teatri europei e negli stati Uniti nel repertorio barocco e classico – e il clavicembalista Simone Ori, attivo come direttore, cembalista e organista con i più prestigiosi ensemble.

 

lunedì 20 novembre 2017 – ore 20 – Teatro Vittoria – via Gramsci, 4

 

Musiche di Monteverdi, Frescobaldi, Vivaldi, Scarlatti, Strozzi, Ferrari.

Giuseppina Bridelli

 

 

Edmondo Bertaina

Autore: Edmondo Bertaina

Condividi questo articolo su