Rai5 manda in onda Soundbreaking. Otto puntate di storia contemporanea musicale.

Gazzetta Torino è un quotidiano online di informazione sulla città di Torino. notizie torino, concerti a torino, mostre a torino, teatro torino, news torino, sport torino, racconti brevi, torino. Gazzettatorino è il quotidiano on line di Torino: Cronaca e notizie dai principali quartieri della città, e informazioni di sport e cultura.

La musica è sempre stata una costante nella storia umana, una mescolanza di voce e strumento che, al di là delle differenze locali, ha mantenuto più o meno la stessa forma per secoli. Poi è arrivata la registrazione e la musica è cambiata per sempre.
Soundbreaking - mezz
“Soundbreaking”, la serie in otto puntate che Rai Cultura propone su Rai5, ripercorre questa evoluzione e indaga il nesso fra tecnologia d’avanguardia e arte. Ideata dal produttore dei Beatles George Martin, con più di 150 interviste originali ad alcuni tra i più celebri artisti, produttori e pionieri dell’industria musicale di tutti i tempi, la serie racconta un secolo di innovazioni e sperimentazioni musicali, e offre uno sguardo inedito dietro le quinte di uno studio di registrazione per scoprire come sono nati alcuni dei brani e delle colonne sonore più celebri, la regia è di Jeff Dupre e Maro Chermayeff.
20161031_183338_23708120161025_163401_018673as_009634_epp_the-grateful-dead-betty-cantor.jpg.1280x720_q85

Betty Cantor The Grateful Dead

Tra gli artisti che intervengono nella serie, Eric Clapton, Paul McCartney, Joni Mitchell, Tom Petty, Chuck D, Nile Rodgers, Mark Ronson, Ben Harper, Tiësto, Roger Waters, Elton John, Quincy Jones, BB King, Annie Lennox, George Martin, Dave Grohl, Billy Idol, The Black Keys, Bon Iver. Nel primo episodio, ispirazione ed esecuzione si incontrano in uno studio di registrazione. Qui si colloca la figura enigmatica del produttore discografico, colui che ha il compito di catturare la visione dell’artista e trasmetterla ai posteri.

“Soundbreaking” ripercorre la musica della seconda metà del ‘900. Se il primo ‘talent scout’ incarnato da Sam Phillips, che portò Elvis Presley al grande pubblico convincendolo a cambiare stile e modo di cantare, si passa al quinto Beatles George Martin, in grado di portare una nuova sensibilità artistica e musicale, aprendo il rock a contaminazioni con altri generi musicali. Phil Spector diventerà il grande protagonista della sala di registrazione, sfruttando al massimo le potenzialità della tecnologia delle sale di registrazione applicata alla musica.

Ma sopra ogni cosa nei docufilm ci sono le facce, le prove, le smorfie e i racconti di chi ha visto e contribuito a far nascere la musica per come le nostre orecchie la conoscono e riconoscono. Rai 5 si dimostra ancora una volta attenta e unica nel decidere di mandare in onda questo meraviglioso spezzone di storia contemporanea.

20161031_183335_18154720161025_163227_401718as_016624_jil_pink-floyd-roger-waters-produc.jpg.1280x720_q85

Roger Waters Pink Floyd

Le puntate per chi le avesse perse sono rintracciabili sul web. Per esempio qui: http://www.raiplay.it/programmi/soundbreaking/

Il sito che raccoglie tutto il progetto con annessa cronologia sonora è qui: http://soundbreaking.lunchbox.pbs.org/soundbreaking/home/

20161031_183334_12501320161025_163157_349926george-martin-and-the-beatles.jpg.1280x720_q85

George Martin and Beatles

Edmondo Bertaina

Autore: Edmondo Bertaina

Condividi questo articolo su