I Maledetti Fotografi sono sul web. Un magazine li intervista uno a uno.

Gazzetta Torino è un quotidiano online di informazione sulla città di Torino. notizie torino, concerti a torino, mostre a torino, teatro torino, news torino, sport torino, racconti brevi, torino. Gazzettatorino è il quotidiano on line di Torino: Cronaca e notizie dai principali quartieri della città, e informazioni di sport e cultura.

 

Maledetti fotografi è un progetto di Enrico Ratto, giornalista e appassionato di fotografia, ha realizzato un magazine online che intervista i grandi “maledetti” fotografi italiani e stranieri. Una vera novità nel mondo della fotografia, di chi la conosce, la segue ed è curioso di sentire la voce di chi è dietro ad uno scatto. 

Nato nel 2014 Maledetti Fotografi si fa riconoscere per stile e immediatezza; poche selezionate immagini in testa all’articolo, solo interviste, da solo ad intervistare, tranne per i contributi del fotografo Frank Horvat pubblicando per primo la versione italiana, nessun commento o critica di sorta.

A parlare sono solo e soprattutto i fotografi. Le domande sono brevi, precise, prive di polemiche, permettono agli interpellati di rispondere con chiarezza e serenità, di raccontare il proprio lavoro ad un pubblico che spesso già conosce le loro immagini.

Massimo Sestini

Alcuni come Massimo Sestini, mettono in evidenza le difficoltà tecniche o i rapporti con i giornali e le loro richieste, altri ci consentono di entrare all’interno di una scelta di tipo sociale, è il caso di Gianni Berengo Gardin quando racconta delle enormi navi che ha fotografato a Venezia: “È logicamente un lavoro di denuncia ambientalista, perché queste navi sono un pericolo per Venezia. Pensi che a Venezia è proibito costruire case più alte di una certa altezza, mentre le navi che la attraversano sono alte il doppio”.

O quando Ferdinando Scianna, con delicatezza, risponde sul rapporto tra bellezza e verità in una fotografia? “La foto è credibile, funzionale, tenta una possibile verità fotografica, parziale, soggettiva. La fotografia è traccia e forma. Se è bella senza raccontare, non serve a niente. E d’altra parte non può servire nemmeno se racconta qualcosa senza una sua dimensione formale”.

Tra le molte interviste affiora la voce del padre di Francesca Woodman; artista, pittore e fotografo anch’egli. Racconta della tutela dell’archivio e del confronto con gli scatti della figlia.

Dall’estate le interviste sono divenute incontri pubblici, ospitate presso la galleria La Bottega di Marina di Pietrasanta, gli incontri dal vivo di Enrico Ratto si sono trasformati in feconde chiacchierate con Romano Cagnoni, Giovanni Presutti, Massimo Vitali. Per settembre sono attesi Maurizio Galimberti e Giovanna Calvenzi.

Per sapere che cosa si diranno ci si può iscrivere alla maledetta newsletter.

www.maledettifotografi.it

Enrico Ratto

Edmondo Bertaina

Autore: Edmondo Bertaina

Condividi questo articolo su